giovedì 2 dicembre 2010

1 - Pronta a partire

Avere superato la maturità si contendeva il primato di soddisfazione con il viaggio imminente: un viaggio pianificato con cura e desiderato da sempre.
Maturità al liceo linguistico e idee poco chiare per il futuro ma determinazione a godersi fino in fondo la vacanza negli Stati Uniti con partenza immediata, appena terminato l’orale: Marta non è ansiosa di conoscere il voto, può accontentarsi di saperlo per telefono da sua madre, certamente più impaziente di lei, quello che le interessa veramente è partire da sola per quest’avventura.
Risparmia dal primo giorno di scuola per questo progetto, i suoi genitori l’hanno abbondantemente finanziata come premio per l’ottimo lavoro svolto in questi cinque anni, però il fatto di aver contribuito al risultato, di aver compiuto innumerevoli rinunce per questo obiettivo, rende Marta orgogliosa e ancora più smaniosa.

Marta, situazione non frequente, ha scelto la scuola giusta per lei, perché ama le lingue: ha imparato l’inglese con tanta passione; non è mai stata solo una materia scolastica ma anche un hobby, un divertimento, un vero piacere. E lo sanno bene i suoi famigliari e i suoi amici costretti a sorbirsi in continuazione film in lingua originale e qualche volta addirittura senza sottotitoli, praticamente come un film muto per molti di loro.

Marta per questo viaggio ha superato anche lo scoglio del distacco dal fidanzato: non è stato facile, soprattutto per lui. Le litigate erano diventate frequenti e snervanti, ragione per cui Marta ha chiesto a Giorgio un periodo di distacco, doveva concentrarsi con tutta se stessa sull’esame di maturità e non poteva essere distratta da quelli che lei chiamava "i suoi capricci".

Vista l’incombente partenza sembra evidente che la separazione si protrarrà fino al termine della trasferta; Marta sa che potrebbe essere la fine della sua storia ma è consapevole che una relazione che supera una lontananza saprà crescere più forte e tenace: lei non vuole una storiella nata su i banchi di scuola portata avanti più per abitudine che per convinzione, vuole mettere alla prova il loro amore.

Salutare tutti con grandi abbracci e commossi arrivederci, stringere forte tra le braccia il fratellino e le sorelle con sguardi ammirati, rassicurare lo spaventato papà e accettare le ultime raccomandazioni dalla compiaciuta (anche se vorrebbe nasconderlo) mamma; salutate anche le amiche più care e naturalmente Giorgio, che con quello sguardo ti ha fatto ancora una volta capire quanto non approvi questa tua scelta, ma non ha detto nulla, ti ha baciato con passione per ricordarti che lui ti ama e ti aspetterà: Marta è pronta.
Nonostante l’amore che sente per tutte queste persone, non prova dispiacere all'idea di non vederle per parecchie settimane, è veramente euforica, quasi elettrizzata perché salutare loro è la prova che l’avventura sta veramente per cominciare!

6 commenti:

valepi ha detto...

pant pant... trovo finalmente il momento per affacciarmi anche qui, ma non quello per leggere tutto... ufffi... mi riprometto di ferlo, però volevo salutarti...

... hai cambiato sfondo? o sono io un po' rimbambita?

bello comunque... bello che hai ripreso!

Occhi di Notte ha detto...

Anche io ti lascio un saluto al volo e ti rinnovo l'invito a partecipatore con i racconti, se te la senti, da me. Ovviamente inserendo fra i link anche questo tuo bellissimo blog!

ALCHEMILLA ha detto...

@Valepi, ho cambiato sfondo e di molto!

@Occhi, mi piacerebbe molto partecipare da te con i racconti ma in realtà non ho niente di nuovo...è tutta roba di ragazza!
Ma non è detto che prima o poi non trovi l'ispirazione!

Occhi di Notte ha detto...

Qualsiasi cosa sia..sappi che sei la benvenuta, anche se si tratta di "cose da ragazza!"... ora ti leggo!

Mariabei ha detto...

Bella e scorrevole la prima parte... aspetto il seguito...
Ciaooooo

ALCHEMILLA ha detto...

Grazie Mariabei mi fa molto piacere che tu abbia letto...Non è nulla di che ma mi diverto! Lunedì la seconda parte.
Buonanotte!